alezio.it

Giovedi, 23 Marzo
Grandezza Testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa E-mail
Scarica -Terzo Decennio e poi.. Marzo 2010
Scarica -Terzo Decennio e poi.. Marzo 2010 (10M)
RELAZIONE DEL PRESIDENTE
PRESENTATA ALL'ASSEMBLEA DEI SOCI DELLA SEZIONE IL 25 FEBBRAIO 2010.

  Un anno di lavoro di impegni, di telefonate, di manifestazioni ma soprattutto di ansie, poi… arriva il 31 dicembre e si fa il bilancio
di tutto ciò.
E quello del 2009 è stato un risultato tanto sperato quanto importante: 515 donazioni come non era mai successo nella storia della nostra sezione ; ben 46 donazioni in più rispetto all’anno precedente; in particolare 345 di sangue intero, 159 di plasma e 11 di piastrine.
Siccome niente avviene per caso, seguiamo il cammino che ha portato a questo.

  A gennaio continua con successo il concorso “Caro genitore diventa donatore” realizzato con i bambini delle scuole elementari; a febbraio si parte con l’organizzazione del veglioncino di carnevale; a marzo esce il giornale rinnovato nella sua veste grafica molto più moderna e accattivante; il primo maggio torna dopo tanti anni la festa degli aquiloni, che nonostante le avverse condizioni atmosferiche raduna grandi e bambini in un generale ritorno all’infanzia e alle buone tradizioni.
A luglio arrivano le emergenze estive e con esse la necessità di intensificare la presenza sul territorio. Il 5 si è tenuto il raduno del buon vicinato con le sezioni di Sannicola e Noha ed il 28 luglio il torneo di calcetto tra FIDAS, Amministrazione Comunale, Carabinieri e Sacerdoti, che ovviamente ringrazio per la disponibilità dimostrata per il secondo anno consecutivo. Ancora una volta il torneo è stato vinto dalla squadra dei Carabinieri.
Agosto ci ha visti impegnati con la “Festa d’estate” e con  la “Biciclettata” due appuntamenti tradizionali che ormai sono molto attesi e vedono tanta partecipazione.
A settembre c’è stata la gita a Matera con due pullman ma soprattutto con una soddisfazione generale dei partecipanti. Questa è stata anche una bella occasione per andare a trovare gli amici della FIDAS di Grassano che ci hanno riservato un’accoglienza speciale, come solo dei Donatori sanno fare. Sempre a settembre con una squadra di calcetto abbiamo partecipato alla prima edizione del torneo provinciale che ha visto la presenza di 11 sezioni. Felici per il quarto posto conseguito ma anche perché possiamo dire che è stata una bella esperienza e che la squadra ha sempre avuto al seguito un nutrito gruppo di fan, ovunque si siano svolte le gare.
A novembre si è svolta la “Festa Giovani” con una serata al Tequila. Questo è stato un primo tentativo per iniziare ad incontrare i diciottenni sperando di avvicinarli al mondo della donazione. Qualcuno è diventato donatore e si spera che sia di buon esempio per altri coetanei.
Infine nel  mese di dicembre deve essere ricordata la “Festa del Donatore” con 188 persone che hanno potuto godere, tra l’altro, di un pranzo e di uno spettacolo di grande qualità, impreziosito dalla prima donatrice che ha raggiunto le 100 donazioni personali.
Sempre in dicembre abbiamo aderito alla richiesta di collaborazione da parte del gruppo Amici del Presepe, grazie ai quali è stata realizzata nel vecchio palazzo comunale, un’esposizione di Presepi artistici visitata da oltre 1300 persone, rivelandosi un ottimo veicolo di promozione.
Una citazione a parte la merita il calendario 2010. Credo sia stato un bellissimo lavoro che si è potuto realizzare anche grazie alla collaborazione e professionalità dei fotografi Federico Contaldo e Antonio & Lorenzo Milano. Questo è stato un modo per portare nelle case degli aletini dei testimonial speciali cioè gli stessi donatori che si sono prestati volentieri ad aiutarci in questa iniziativa.
Continuando a ripercorrere il cammino dell’attività svolta, occorre ricordare che la nostra sezione è sempre stata presente anche a tutte le iniziative a livello provinciale. Cito, ad esempio, il Forum del Volontariato di Tricase ad agosto e di Lecce ad ottobre; così come la artecipazione con 6 rappresentanti a Roma alla giornata  Nazionale del Donatore della FIDAS, ma anche alla cena sociale provinciale dove siamo stati presenti con 7 persone.  Sempre a livello provinciale nel mese di novembre si è tenuto a Lecce presso l’Hotel Tiziano,
l’incontro interregionale per l’Italia Centro – Meridionale, anche in questo caso una parte del consiglio ha seguito i lavori sia del sabato pomeriggio che della domenica mattina. Abbiamo altresì preso parte alla riunione intersezionale tenutasi a Racale ed a tutte le feste del donatore delle Sezioni vicine fatta eccezione per quella di Ugento che coincide sempre con la nostra.
La presenza sul territorio si esprime in vari modi, ad esempio la vendita delle uova di Pasqua per l’AIL, un piccolo aiuto lo abbiamo dato anche nella manifestazione di raccolta fondi che ogni anno fa la LILT; nel mese di giugno grazie alla generosità dei donatori abbiamo contribuito al “Progetto Abruzzo” che ha permesso alla FIDAS Nazionale di acquistare un’autoemoteca ed un piccolo prefabbricato grazie ai quali ora i nostri Amici abruzzesi hanno un posto dove donare ed una sede dove svolgere la propria attività.
   Come promozione e informazione del donatore abbiamo realizzato le bustine di detergente liquido a marchio FIDAS e gli astucci di colori per i bambini delle scuole che hanno partecipato al progetto “Caro Genitore diventa Donatore”.
   I donatori sono stati informati come sempre di tutto ciò che gira intorno all’Associazione, in particolare tutti hanno avuto la possibilità di usufruire del vaccino contro il virus A H1 N1, anche se a dire il vero nessuno ha voluto vaccinarsi.
   I contributi giunti grazie al vostro 5xmille e grazie ad una donazione della fam. Carratta (in memoria di Nino) ci hanno dato la possibilità di rendere la sede più accogliente, abbiamo installato il condizionatore e ristrutturato un po’ gli interni in modo tale da rispettare le nuove normative Regionali in materia.  
   Parlando di presenza dell’associazione non posso fare a meno di riservare il giusto rilievo al ruolo svolto da internet. Avere un sito sempre aggiornato è un riferimento importante per tutti i donatori che possono trovare nella rete tutte le informazioni di cui necessitano in tempo reale. Ancora una volta un GRAZIE a chi rende possibile tutto questo. Anche la pagina FIDAS Alezio su facebook consente un dialogo semplice, economico e costante con chiunque necessiti di informazioni.
   Da non dimenticare che sul territorio la nostra Sezione ha instaurato rapporti di grande stima e rispetto con tutti. Dall’Amministrazione Comunale a quella Provinciale che approfitto per ringraziare per esserci sempre vicino sia come presenza che economicamente. Stessa cosa si può dire dei rapporti con le altre associazioni.
Anche con il Servizio Trasfusionale la collaborazione anzi la sinergia sono cose che possiamo riscontrare quotidianamente visto che i nostri donatori non hanno alcun problema a recarsi a fare in ospedale la propria donazione. Infatti ogni anno circa due terzi di queste, vengono fatte proprio in ospedale.
   Tutto ci riporta a quanto detto in apertura della relazione cioè, questo è il percorso che ha permesso di effettuare 515 donazioni. Perché niente avviene per caso ma tutto nasce dall’impegno. Come mi capita di dire spesso, il nostro è un tipo di volontariato anomalo, dove al bene che si fa con la donazione non corrisponde l’immediato riscontro da parte del ricevente. Anzi lo stesso ricevente credo che non sempre sia consapevole dei retroscena di una sacca di sangue. Allora ecco la necessità di uscire allo scoperto affinchè più gente possibile possa capire l’importanza della donazione. Certo il mio sogno sarebbe far crescere in ognuno l’orgoglio di essere donatore e la voglia di comunicarlo agli altri. A tal proposito qualche sera fa in una trasmissione televisiva un concorrente parlando di sé per farsi conoscere ha messo come notizia principale della sua vita, il fatto di essere donatore di sangue. Da quel giorno incontro sempre gente che mi riferisce questo argomento. Senza necessariamente andarlo a dire in televisione (perché non ci capita tutti i giorni di andare in TV) penso che ogni donatore possa fare la stessa cosa. Il nostro palcoscenico deve essere quello quotidiano: il supermercato, il parrucchiere, il vicino di casa, l’importante è condividere con gli altri il nostro essere donatori.
Questa relazione chiude un anno di attività ma chiude anche un triennio per questo mi fa piacere ringraziare le persone che mi sono state accanto partendo da Carla e Daniele presenti all’inizio del mandato anche se poi hanno intrapreso altre strade, per continuare con Vittoria, Alberto, Simona, Angela, Emanuela, Francesco, Elena, Giorgio, Daniela, Marinella e l’infaticabile Annaq. A tutti voi un grazie per aver creato un meraviglioso gruppo pronto a superare tutte le difficoltà.
   A tutti i donatori chiudo con un ringraziamento speciale e meritato prendendo in prestito le parole di un messaggio giunto a fine novembre da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Avevo portato il Presidente a conoscenza dei festeggiamenti della “Giornata del Donatore” e con mia grande sorpresa un bel giorno mi è stato recapitato un pacco contenente una medaglia ed una lettera “Quale suo premio di rappresentanza alle manifestazioni celebrative della 33° Giornata del Donatore... facendo giungere ai benemeriti del sodalizio e a tutti i soci l’apprezzamento per il costante impegno profuso in nome della Solidarieta”.
   Un riconoscimento che giro a tutti voi che rendete speciale col vostro Amore il piccolo gesto della Donazione!     
     
Anna De Santis
Presidente sez. FIDAS Alezio

Scarica il Giornale "Terzo Decennio e poi..."

 
Tutte le proposte di Montedelia Tour per la tua vacanza nel Salento in Puglia a Gallipoli

In collaborazione con...

FIDAS Alezio LILT Alezio